Viaggi

La valigia per il mare: cosa portare con sè

Aria di vacanze, voglia di mare. Occorre organizzarsi per tempo per preparare la valigia per il mare in modo da ricordare tutto il necessario.


Chiaramente la tentazione è quella di riempire all’inverosimile la nostra valigia, ma sappiamo bene che al check in potremmo avere qualche problema di peso. Inoltre, se abbiamo dei bimbi che viaggiano con noi dovremo prevedere di dividere la valigia anche con loro.


Ecco 5 semplici regole per avere tutto l’occorrente nella valigia per il mare ottimizzando gli spazi:

1) Solo 4 paia di scarpe

Sì lo so, sembra blasfemia, ma siamo oggettive, sappiamo bene che poi useremo sempre infradito e sandali comodi. Quindi, per essere precise ci serviranno:
– un paio di sneakers da non mettere in valigia, ma da indossare durante il viaggio (se viaggiamo in aereo o in treno con le scarpe aperte potremmo avere freddo, mentre se viaggiamo in auto prevediamo soste alle toilette in autogrill e avere scarpe chiuse è più igienico).
– 2 paia di infradito/ciabattine: una per il mare e una da tenere in camera/casa
– un paio di sandali bassi e comodi
– un paio di scarpe col tacco per una cena al ristorante o una serata speciale

2) Pochi vestiti in valigia, ma adatti alle occasioni

Inutile riempire la valigia di vestiti che poi non utilizzerete. Soprattutto se la vostra vacanza si svolgerà in albergo o resort. Ovviamente non lesinate sui costumi! Aspettiamo un anno intero per sfoggiarli e non è questa l’occasione per decidere di lasciarne qualcuno a casa. Canotte e pantaloncini sono sicuramente comode, ma dei leggeri copricostume occupano meno spazio e fanno la loro figura. Per la sera portate con voi almeno 3 abitini, di cui uno lungo, un paio di gonne e almeno un pantalone. Se siete freddolose non dimenticate dei jeans e una felpa!

3) La protezione solare

Tutti abbiamo un gran bisogno di vitamina D e la nostra pelle trae beneficio dal sole. Non pensiamo, però, di abbronzarci meglio e più facilmente senza protezione, tutt’altro. Scegliamo piuttosto un buon prodotto e applichiamolo prima di esporci al sole e poi ripetiamo le applicazioni durante la giornata.
Io da moltissimi anni mi affido alla cosmetica vegetale di Yvès Rocher perché offre prodotti vegetali, resistenti ai raggi UV, che hanno la capacità di:
– potenziale la melatonina,
– stimolare la capacità della pelle di autodifendersi dai danni sole
– stimolare la rigenerazione cellulare.
Io porto sempre con me un “latte comfort protezione 30”, un “trattamento anti-età viso protezione 30” e un fresco dopo sole “latte idratante 3-1”.



Ricordate anche un buon burro cacao a protezione UV, perché le labbra sono molto sensibili al sole. Io mi trovo molto bene con quello di Piz Buin, che ha un costo contenuto (circa 3 euro) e lo trovate nei supermercati e in farmacia.

E non dimenticate mai gli occhiali da sole e magari anche un bel cappello di paglia!


4) Organizer da valigia

Se disponete correttamente i vostri abiti e gli accessori in valigia, state certi che non avrete problemi a farci stare tutto il necessario. Io divido i prodotti in diversi beauty case (le creme solari in uno da portare anche in spiaggia, il make up in un altro, i prodotti da bagno in un altro ancora), e in organizer di diverse dimensioni separando i costumi e la biancheria intima.
Quanto più l’organizzazione della valigia è ordinata, tanto più spazio ci sarà!

5)Kit SOS


Non succede… Ma se succede meglio essere pronti. Al mare si può incorrere in scottature da sole innanzitutto quindi è buona norma mettere nella valigia per il mare delle creme a base di aloe che rinfrescano e rigenerano la pelle. Io uso Aloe Dermo Gel di Equilibra e mi trovo molto bene. 


Si può incorrere anche in colpi di sole quindi meglio avere con sé degli antipiretici.
Ovviamente ci sono poi le punture di insetto per cui la calendula è davvero un toccasana (anche per le scottature) e una crema a base di arnica per eventuali contusioni.
Portiamo con noi anche un collirio per rinfrescare gli occhi da colpi di vento o da irritazioni dovute alla sabbia.
Infine, sempre meglio avere a disposizione anche dei fermenti lattici.
Insomma, dobbiamo augurarci di non averne bisogno però essere preparati ci renderà la vita più semplice se dovesse accadere.
E voi cosa portate in valigia?

Ti potrebbe anche piacere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *