Cucina Svago

Il Pic Nic perfetto

Chi da bambino non era entusiasta all’idea di partecipare a un Pic Nic?
Ora siamo grandi e spetta a noi organizzare il Pic Nic perfetto ai nostri piccoli e non solo!
Quando si pensa al Pic Nic ci viene in mente subito il cibo. In realtà ci sono tanti aspetti di cui dobbiamo preoccuparci per organizzare il Pic Nic perfetto.

 

Pic Nic perfetto a Villa Carlotta
Foto di Elisabetta Nardelli – Villa Carlotta, ideale per un pic nic insolito
Villa Carlotta

Ecco cosa c’è da sapere:

1) La scelta della location

Se si tratta di una gita fuori porta conviene curiosare precedentemente su internet per scoprire se ci sono aree Pic Nic dedicate, magari attrezzate con tavoli in legno e panche. Altrimenti sarà sufficiente cercare un bel prato in cui sostare.
Se con noi ci sono dei bambini è fondamentale trovare un posto che sia accessibile con i passeggini e che abbia delle zone d’ombra.
Il Pic Nic perfetto è in riva a un lago, sulle sponde di un fiume, immersi in un bosco o in un grande parco.
Un posto unico che vi consiglio è Villa Carlotta, sul lago di Como. Ha una bella zona pic nic attrezzata e un parco stupendo da visitare. L’ingresso adulti costa 10 € e ci sono riduzioni per le famiglie. Vi racconterò tutto in uno nei prossimi articoli.
Ricordiamoci che i più piccoli avranno bisogno di fare un riposino; io vi consiglio il parasole 2 seconds QUECHUA di Decathlon, lo trovate a questo link. Ha un costo di 19.90 € ed è sfruttabile in molte occasioni  (anche in spiaggia). In alternativa vi consiglio la bellissima Grande tenda anti UV di Dbd Remond, disponibile anche su Amazon a circa 50 €.

Grande tenda anti UV Dbd Remond

2) Il necessaire per il Pic Nic perfetto

Partiamo dalla base, serve un buon telo su cui appoggiarsi. Sicuramente lenzuola vecchie o copri divani inutilizzati possono fare al caso nostro, ma ricordiamoci che se non avremo dei tavolini e delle panche d’appoggio dovremo stare sull’erba. Fin qui nessun problema, se non fosse che può essere bagnata o umida. Io per questo mi sono attrezzata la comoda ed economica coperta plaid da pic nic di Decathlon. Costa solo 9.90 € e la trovate a questo link.
Il cestino da Pic Nic è ovviamente un must have. Io ho quello di Tiger, che costa circa 15 euro. Certo non è accessoriato, ma è abbastanza capiente e comodo. Sarà poi necessario ricordare tutti gli accessori: tovaglia, tovaglioli, piatti, posate, bicchieri e contenitori. Mi raccomando evitate gli usa e getta di plastica e preferite quelli riutilizzabili (come i Tupperware) oppure optate per il cartone o il bambù.
Ricordate anche una borsa termica con delle bibite fresche e della frutta.

Pic nic perfetto
Cesto da pic nic e pranzo
Cestino da Pic Nic Flying Tiger

Ricordiamoci, inoltre, un kit SOS con dei cerotti e delle creme/unguenti a base di calendula contro le punture di insetti e a base di arnica per eventuali contusioni.

3) Cosa si mangia?

Le idee sono tante, vi spiegherò però nel dettaglio una sola ricetta, le altre, molto semplici e note, le lascio alla vostra esperienza e se avete dubbi scrivetemi e ci confronteremo.

Focaccia barese: è davvero molto semplice da preparare. Impastate 200 g di farina Manitoba, 300 g di farina di semola, 1 patata lessa media, 300 ml di acqua (possibilmente quella di cottura della patata), sale qb (1 cucchiaino), 1/2 cubetto di lievito di birra (anche meno), un filo d’olio e una decina di pomodorini. Verrà un impasto molto appiccicoso e morbido. Fatelo lievitare una notte intera, se potete anche 24h in frigo e poi stendetelo in una teglia appena unta di olio, aggiungete sopra i pomodorini tagliati a metà, dell’olio d’oliva, origano e sale grosso. A piacere potete aggiungere anche delle olive.

Focaccia barese

– frittata di zucchine, di carciofi, di patate o di riso
– torta salata (ricotta e spinaci oppure pomodoro, mozzarella e prosciutto)
– insalata di riso (potete usare anche l’orzo o il farro o in alternativa la pasta)
– Macedonia di frutta (melone, fragole, mela, pesche, kiwi etc)
– farinata di ceci (vi consiglio di consultare una ricetta perché è piuttosto complicata, ma molto buona, la trovate su Giallo Zafferano)
– spiedini di pomodorini, bocconcini di mozzarella, olive e cubetti di bologna.

Ricordatevi di preparare in un thermos la pappa per i più piccoli. Io uso il thermos portavivande chicco e mi trovo molto bene. Lo trovate sia online sia in tutti i negozi per l’infanzia.

E voi? Che consigli avete per organizzare il Pic Nic perfetto?

Ti potrebbe anche piacere

4 Comments

  1. […] con voi un pic nic e per pranzo sdraiatevi sui prati che troverete in cima, ne varrà la […]

  2. […] con voi un pic nic e per pranzo sdraiatevi sui prati che troverete in cima, ne varrà la […]

  3. […] Se vogliamo uscire dalle mura domestiche per una scampagnata, vi consiglio di leggere le mie dritte su “Come organizzare il pic nic perfetto”. […]

  4. […] riparo dal caldo torrido estivo; magari pensare di preparare un picnic (seguite i nostri consigli qui) da consumare nelle ore più calde quando si decide di passare la giornata al […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *